Accomodation

I N F O  

Agenzie di viaggio

Agriturismo

altri vettori  aerei

Arciconfraternita

   Artigianato

Basilica S. Trofimena

 B & B

Collegamenti

 

Ente Provinciale per il Turismo SA-

Festa Pro Loco d'Italia

Foto antiche di Minori 

Foto costa dall'elicottero

Gastronomia

Liquorifici

Limitazioni circolaz. veicolare SS.163Amalfitana-

Manifestazioni 2004

Monumenti

Pasticcerie

Pro Loco

Ristoranti

 Storia 

Turismo

 U.N.P.L.I.

 


 

   

 

 

Basilica di Santa Trofimena

(seconda metà del XVI sec.)

 


 

 

 

Risale alla fine del settecento. Venne costruita dalle fondamenta come recitano antichi documenti in luogo della vecchia chiesa romanica piccola e inadeguata per le esigenze del culto locale.Si presenta con un interno scandito da tre navate con altarini laterali,transetto, ampia area presbiteriale, chiusa da una calotta absidale.

             Proprio in quest'ultima trova posto un'imponente pala d'altare risalente alla seconda metà del XVI sec. rappresentante la Crocifissione, attribuita a Marco Pino da Siena noto manierista attivo in tutto il napoletano.  La decorazione propone forme e motivi tipicamente barocchi con testine angeliche, lesene e capitelli, figure geometriche e floreali armonizzate in un insieme molto sobrio, delicato e lineare. Altri importanti pezzi che arricchiscono la basilica sono una tavola raffigurante la Madonna del Rosario con Santi datata 1590, una tela raffigurante il battesimo di Gesù della prima metà del cinquecento, un ambone marmoreo del 1610 e tante altre opere di indubbio valore e pregio artistico. La santa protettrice Trofimena a cui i minoresi sono fortemente legati subì il martirio sotto Diocleziano. Il suo culto è documentato a Minori sin dal VI sec. d.C., quando si diffuse in seguito all'arrivo delle sue reliquie oggi conservate in una raffinata urna marmorea nella bella cripta posta sotto l'altare maggiore. Quest’ultima è opera del Ragazzino, scultore di rilievo nel solare panorama del barocco napoletano. La facciata è alta e slanciata ed è ornata con gruppi scultorei di fattura settecentesca che coronano i tre portali d'ingresso. Il campanile è in stile neoclassico. Le superfici murarie sono scandite da lesene con capitelli corinzi, timpani e semicolonne. Alla base un portico percorribile di matrice "albertiana" determina il pieno inserimento dell’opera nella natura e nella vita del paese.                          

                                                    A cura di Maurizio Ruggiero

 

The Basilica of Saint Trofimena

          The church  rises with strenght and rush from the darkness of history around the middle of the IX century and for more than 1000 years it has been giving glory to this town and to the whole Amalfi Coast.

In 987, with its elevation to diocese, the town lived the most important  time in its multisecular history. The choice of Minori as an Episcopal center, is certainly tied up with the presence within the walls of its church of the holy relics of the virgin and martyr Trofimena, patron saint of the town and of the whole Amalfi coast. The ancient Reginna Minor, owing to the tradition, has been keeping the mortal remains of the Sicilian martyr since 640 a.D.  In 1747 the works for a new church started, and they ended at the beginning of the next century. The result is represented by the actual neoclassical structure, in the form of a Latin cross, with the stately front turned towards the sea and the whole building divided into a nave and two aisles; a basilica which is distinguished by  simple decorative lines and an architectonic majesty.

 

 

 


 


 

 


 


 


 


 


 


 

  Home

  Profilo

  Prodotti

  Servizi

  Email